Roma, Alberto Arpino riceve il titolo di «Alfiere della Repubblica» dal Presidente Mattarella

14-12-2016 21:16 -

L´Allievo Vigile del Fuoco atleta Alberto Arpino, che sta frequentando, dal 1° dicembre alle Scuole centrali antincendi, il corso di formazione quale vincitore del concorso per l´assunzione nel Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco - Gruppo Sportivo VV.F. Fiamme Rosse, disciplina scherma, specialità sciabola maschile, ha ricevuto oggi, al Quirinale, dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, l´attestato d´onore che attribuisce il titolo di «Alfiere della Repubblica».
https://www.youtube.com/watch?v=y3d5S-P03go&feature=em-uploademail
La prestigiosa onorificenza è stata introdotta nel 2010 dall´allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ed è riservata agli studenti italiani e stranieri nati nel nostro paese o che abbiano frequentato con profitto le scuole italiane per almeno cinque anni.
Il suo obiettivo è quello di premiare le eccellenze conseguite nello studio, in attività culturali, scientifiche, artistiche, sportive e nel volontariato, ma anche singoli atti e comportamenti ispirati all´altruismo, solidarietà, coraggio nell´affrontare difficoltà personali ed ambientali.
Dalla sua istituzione, solo quarantaquattro giovani hanno ottenuto questo riconoscimento a fronte di tantissime proposte che giungono ogni anno al segretariato generale della Presidenza della Repubblica per essere sottoposte al vaglio di una Commissione.
L´Allievo Vigile del Fuoco Atleta Alberto Arpino ha saputo coniugare, in questi anni, l´eccellenza scolastica con quella sportiva, ottenendo la media di voti superiore al 9 nel prestigioso Liceo del Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II di Roma e conquistando le medaglie di bronzo ai Campionati Europei ed a quelli Mondiali under 17 con la squadra nazionale di scherma.
Si tratta del primo schermidore, nonché appartenente al Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco, premiato con tale onorificenza.

http://www.vigilfuoco.it/sitiSpeciali/GestioneSiti/notizia.asp?codnews=38584&s=2



Fonte: UNVS Roma - Rassegna Stampa