CAPODANNO DI CORSA 2018 A SAN GIOVANNI VALDARNO

12-01-2018 08:42 -

Una festa dello sport, una festa per la città: questo è stato ancora una volta il Capodanno di corsa a San Giovanni Valdarno giunto alla 42° edizione. Oltre trecento atleti, in mezzo ad un´inaspettata partecipazione di spettatori all´arrivo e lungo buona parte del percorso, si sono sfidati lunedì primo gennaio 2018 nella manifestazione che segna come sempre l´apertura della stagione podistica regionale della Toscana. Organizzata dalla sezione locale UNVS, assieme alla Società Atletica Sangiovannese, la corsa si è confermata il più rilevante appuntamento sportivo per la cittadina del Valdarno superiore fondata nel trecento dalla Repubblica fiorentina su disegno di Arnolfo di Cambio.
A differenza degli ultimi anni gli atleti hanno trovato un clima molto mite ma con un cielo coperto che annunciava pioggia; ciò non ha impedito a diversi atleti di spessore e a tanti appassionati di podismo di cimentarsi nei due percorsi cittadini su cui si sviluppa la corsa. Uno di 13 km e 400 metri competitivo e uno di 5 km e 300 metri non competitivo. Alla partenza, assieme ad atleti concentrati per primeggiare si confondevano giovani, donne, anziani, gruppi di amici che si preparavano a partecipare ad una mattinata di sport in un clima di festa e di sano divertimento, quasi a suggerire a tutti noi una traccia per iniziare nel modo migliore l´anno nuovo.
Naturalmente l´attenzione del pubblico era concentrata sulla competizione che in questa edizione è stata senza dubbio di alto profilo tecnico, nonostante la pioggia caduta abbondante proprio nel momento cruciale della gara. Ha vinto il ruandese Primien Manirafasha, dell´Atletica Dolomiti Belluno, con il tempo di 40´12"; un tempo di tutto rispetto tenuto conto delle condizioni meteorologiche e di un leggero disorientamento durante la gara a causa di un´impropria deviazione dal tracciato di gara. Il ventiseienne ruandese si è involato da solo a tre chilometri dall´arrivo lasciandosi alle spalle il connazionale Pon Ntawuyirushintege dell´Atletica Terni, giunto al traguardo dopo 12" e Youness Zitouni (Marocco) terzo a ben 2´ e 25" dal vincitore. Primo italiano è stato Michele Belluschi dell´Atletica Recanati arrivato quinto assoluto con il tempo di 43´00". Fra i veterani UNVS si è imposto il sangiovannese Lorenzo Bernini, posizionatosi al quindicesimo posto con il tempo di 46´57", mentre il primo Valdarnese giunto al traguardo è stato Cristian Taras dell´Atletica Castello con il tempo di 45´18", undicesimo nella graduatoria generale. Infine, per il secondo anno consecutivo, a chiudere l´ordine d´arrivo l´ottantenne Amilcare Gibin dell´US Policiano che ha fermato il cronometro dopo 58´43" dal vincitore, ad appena un minuto e quindici secondi dal tempo massimo del Capodanno, stabilito per regolamento in un´ora dopo l´arrivo del primo classificato. Davvero un grande esempio di amore e passione per questo straordinario sport.
Vittoria ruandese anche in campo femminile. Ad imporsi, con una gara sempre nettamente al comando, è stata Clementine Mukandanga della Runner Team 99 SBV, che ha fermato il cronometro a 48´36"; al posto d´onore la sempre simpatica e attraente Silvia Tamburi dell´AVIS Perugia in 49´49". La Tamburi aveva vinto il Capodanno di corsa 2017 con il tempo di 48´06", un tempo che quest´anno non ha potuto ripetere per le diverse condizioni fisiche nella quale si è trovata come lei stessa ha dichiarato dopo l´arrivo. A chiudere il podio femminile Marcella Municchi dell´Atletica Abbadia S. Salvatore in 55´21". Fra i veterani UNVS si è imposta Simona Greco dell´Atletica Sangiovannese in 58´58.
Gli atleti sono stati premiati, secondo tradizione, con diversi trofei aggiuntivi: il 37° Trofeo AVIS Valdarno assegnato al vincitore assoluto del Capodanno; il trofeo Ramazzotti alla prima arrivata in campo femminile; il trofeo Antonio Rondoni alla memoria, che è stato assegnato al veterano cat. C Alessandro Pacini dell´Atletica Sangiovannese; e infine il trofeo Marzocco avvocato Massimo Merlini che viene assegnato al podista - maschile e femminile - che transita per primo al passaggio intermedio dei 5 km e 300m. A premiare i vincitori il nuovo presidente della Sezione UNVS "E. Bianchi" Mauro Pini, l´assessore allo sport del comune Barbara Fabbri e Luigi Oddo presidente dell´AVIS Valdarno.
Come sempre gli organizzatori ringraziano l´Amministrazione comunale e tutta la città per la collaborazione che ha reso possibile questa grande manifestazione sportiva.

Alessandro Gambassi



Fonte: Sezione di San Giovanni Valdarno