La sezione di Viterbo dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport festeggia i Campioni Italiani di Regolarità Turistica per Auto Moto e Scooter d’epoca

09-07-2021 10:48 -


Si è svolto a Ronciglione lo scorso 4 luglio il 10° Giro dei Monti Cimini, gara di Regolarità

Turistica per Auto Moto e Scooter d’epoca organizzata dalla Sezione U.N.V.S. di Viterbo “Giuseppe Vismara” con il patrocinio del Comune di Ronciglione e il supporto tecnico organizzativo dell’Auto Moto Club Viterbo e del Vespa Club Viterbo.

La manifestazione ha visto impegnati 50 equipaggi a bordo di interessanti veicoli storici; erano presenti vetture che spaziavano dalle mitiche Fiat 500, anche in versione Abarth, alla stupenda Alfa 164 senza dimenticare l’Alfetta 2000, la Giulia, la 175 e la Spider. Ma non sono mancati vari modelli di Mini Cooper, un Maggiolivo Vv, tre diversi modelli di Porsche, una A112, una Lancia Beta Cabriolet e un Coupé Fulvia, una 124 Sport Coupé e una 850 Coupé della Fiat, una rara Volvo P1800 ES e, ciliegina sulla torta, una Topolino di circa 70 anni. Non meno interessante è stata la compagine degli scooter costituita dalle mitiche Vespa; i modelli presenti, tutti costruiti nel secolo scorso spaziavano dalla storica “Faro basso” degli anni 50 alle varie GS, GTR, TS, 125 Primavera fino alla PX. Appartenevano, infine, alla categoria Motocicli alcuni esemplari più recenti, ma sempre classificati di interesse storico.

La gara prevedeva un percorso complessivo di circa 60 chilometri, suddiviso in due parti da percorrere, su strade aperte al traffico, osservando una media oraria di circa 25 km/ora. Come discriminante ai fini della classifica, erano previste un totale di 13 prove di abilità costituite da brevi tratti da percorrere in sequenza nei tempi stabiliti e cronometrate al /100 di secondo. I partecipanti si sono ritrovati nel centro di Ronciglione (Via Roma) dove hanno perfezionato l’iscrizione già avviata via web, si sono poi spostati su Piazza Mancini dove hanno effettuato la prima prova di abilità. Successivamente hanno affrontato la prima parte del percorso intorno al Lago di Vico per tornare a Ronciglione e svolgere, sempre a Piazza Mancini, la seconda prova di abilità. Dopo di ciò hanno affrontato la seconda parte del percorso attraversando gli abitati di Fabrica di Roma, Carbognano e Caprarola per tornare nuovamente a Ronciglione e concludere la loro prestazione a Piazza Mancini con la terza prova di abilità.

Dopo l’arrivo dell’ultimo concorrente, intorno alle 13:30, la comitiva si è spostata in un vicino Resort dove, all’aperto, gli intervenuti hanno partecipato a una piacevole conviviale intervallata dalle premiazioni.

Tutto si è svolto nel rigoroso rispetto delle norme relative alla sicurezza e al contrasto alla diffusione della pandemia ancora in atto.

La manifestazione, prima in assoluto nel Lazio nell’ambito dell’UNVS dopo l’inizio della pandemia, è stata accolta con entusiasmo dai soci viterbesi. Alla presenza del Delegato Regionale UNVS Umberto Fusacchia e del vice Sindaco di Ronciglione, sono stati attribuiti i titoli Nazionali UNVS di Regolarità turistica:

per le Auto storiche a Luigi Bellacima su Volkswagen Maggiolino, seguito da Carmine Matarazzo su Fiat 124 Coupé e da Angelo Calisti su Porsche 924, tutti della sezione UNVS di Viterbo.

Per la categoria Motocicli si è aggiudicato il titolo Nazionale Moreno Valeri della sezione UNVS di Viterbo su Honda 400 VF, seguito da Giovanni Bigazzi della sezione UNVS di San Giovanni Valdarno su Honda TDM 850 e da Franco Torreggiani sempre della sezione UNVS di Viterbo su Kawasaki 500.

Per la categoria Scooter d’epoca si è aggiudicato il titolo Nazionale Roberto Di Clementi su Vespa 125 PX, seguito da Leonardo Ialongo su Vespa GS 150 e da Giorgio Sansavini su Vespa 125 GTR, tutti della sezione UNVS di Viterbo.

In prima assoluta quest’anno era presente la categoria Femminile il titolo è stato assegnato ad Angelica Giraldo su Alfa Romeo Giulia, seguita da Ivana Lupattelli su Alfa Romeo 75, tutte della sezione UNVS di Viterbo.

Per le squadre il titolo è stato assegnato alla squadra della Sezione G. Vismara di Viterbo per il punteggio complessivo conseguito.

Durante la conviviale, alla quale erano stati invitati tutti i soci UNVS della sezione G. Vismara di Viterbo, è stato consegnato il distintivo d’argento dell’UNVS al socio Mario Augusto Gasbarri. L’assegnazione della benemerenza era stata deliberata dal Consiglio Nazionale UNVS il 5 febbraio del corrente anno, ma la consegna da parte della Sezione UNVS di appartenenza, stante il persistente stato di pandemia, è stata possibile solo ora, cioè in occasione della prima cerimonia utile. Hanno partecipato alla consegna oltre al Delegato Regionale Umberto Fusacchia, che ha consegnato il Diploma e ha apposto il distintivo, i Consiglieri Carlo Aronne e Raimondo Porciani, il vice Presidente Sandro Carrubba e il Presidente della Sezione di Viterbo Domenico Palazzetti che ha letto la motivazione e riassunto i meriti sportivi del premiato. Mario Augusto Gasbarri nella specialità “Tiro a segno”, dove nasce come Atleta, ha fatto parte della squadra Italiana, ha svolto attività di istruttore e di allenatore. E’ stato più volte Presidente della sezione di Viterbo del Poligono Nazionale di Tiro a Segno ed è stato vice Presidente della Sezione UNVS di Viterbo dal 2005 al 2020; partecipa alle attività sociali UNVS nel settore delle auto storiche e ha partecipato a campionati nazionali conseguendo il Titolo Italiano individuale UNVS nella specialità Pistola Grosso Calibro.